Questo sito contribuisce alla audience di

Casanòva Lerróne

comune in provincia di Savona (60 km), 256 m s.m., 24,30 km², 766 ab. (casanovesi), patrono: sant’ Antonino (2 settembre).

Centro dell'alta valle del torrente Lerrone. Compreso nel comitato di Albenga e nella Marca aleramica (sec. X), nel 1091 divenne possesso di Bonifacio del Vasto. Ereditato dai Del Carretto, nel sec. XIII fu venduto ai marchesi di Clavesana e nel 1250 passò a Genova; fu feudo dei conti Della Lengueglia (1443) e dei Negroni (1663). Nel 1763-64 fu il principale centro della sollevazione contro Genova per le eccessive imposte fiscali. § D'età feudale rimangono i castelli Poggiolo, in località Bassanico, e Doria e le rovine di quelli dei Del Carretto e di Maremo. La parrocchiale di Sant'Antonino è un rifacimento barocco e conserva un polittico del sec. XVI. § Il territorio è ricoperto da vigneti e soprattutto da oliveti (cui si collega la rinomata produzione di olio), che caratterizzano il paesaggio; si pratica l'allevamento.