Questo sito contribuisce alla audience di

Collelòngo

comune in provincia di L'Aquila (86 km), 915 m s.m., 57,17 km², 1514 ab. (collelonghesi), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro situato sul versante orientale della Serra Lunga, tra la conca del Fucino e la media val Roveto. Popolato dall'Età del Bronzo (come attestano reperti archeologici), nel sec. XI fece parte della Contea dei Marsi e nel successivo di quella di Celano. Nel 1572 fu ceduto ai Piccolomini e da questi ai Carlucci e ai Pignatelli.§ La chiesa Madre, il cui campanile sfrutta la base di una torre medievale, custodisce un affresco del sec. XVI; sul fianco sono due cippi funerari romani. Poco distante dal paese è la chiesa della Madonna del Monte, edificata sulle fondamenta di un antico castello. Interessante il Museo Civico Archeologico.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, legumi, mandorle, frutta e uva), sull'allevamento ovino e sull'artigianato del rame e del ferro battuto.

Media


Non sono presenti media correlati