Questo sito contribuisce alla audience di

Dagan

dio del pantheon assiro-babilonese. È attestato per la prima volta come dio nazionale (col titolo di “re del paese”) tra le popolazioni semitiche del medio Eufrate (Mari, Terqa), in epoca accadica (seconda metà del III millennio a. C.). Fu talvolta assimilato al grande dio Enlil e collegato geneticamente col dio Adad; gli si attribuì anche come compagna la dea Shalash, che di solito è accoppiata ad Adad. In Siria, presso gli Amorrei (fine del III millennio a. C.), compare legato alla cerealicoltura. A Ugarit è nominato come padre di Baal, il Signore del pantheon locale. Tra i Fenici era venerato come divinità del mare, probabilmente per l'assonanza del suo nome con il termine dāg (pesce). Dalla Bibbia appare come dio supremo dei Filistei. L'iconografia giudaica lo rappresentava metà uomo e metà bestia.