Questo sito contribuisce alla audience di

Domus Aurea

(latino, casa d'oro), grandioso palazzo imperiale, ricco d'oro e di gemme, fatto costruire da Nerone (architetti Severo e Celere) dopo l'incendio di Roma del 64 d. C. in sostituzione della precedente Domus Transitoria. Occupava parte del Palatino, dell'Esquilino, del Celio e giungeva al foro. La parte principale del palazzo era sulle pendici del colle Oppio e fu interrata dalle terme di Traiano. Gli ambienti – tra cui la “sala della volta dorata” e la sala ottagonale con cupola, presso la quale fu rinvenuto nel 1506 il celebre gruppo del Laocoonte – costituiscono il primo importante esempio dell'architettura mistilinea, caratteristica poi di Adriano.

Media


Non sono presenti media correlati