Questo sito contribuisce alla audience di

Dracònzio, Blòssio Emìlio

(latino Blossíus Aemilíus Dracontíus), poeta e oratore della tarda latinità (sec. V d. C.). Cristiano, di famiglia senatoriale africana, fu dapprima retore a Cartagine dominata dai Vandali. Incorso nell'ira del re Gondamondo per aver scritto un elogio dell'imperatore d'Oriente, venne imprigionato per qualche tempo. Scrisse allora una supplica di perdono, Satisfactio, e un carme, De laudibus Dei. Gli viene attribuita anche una tragedia, Orestes, in cui si ritrova il suo stile dall'espressione viva.

Media


Non sono presenti media correlati