Questo sito contribuisce alla audience di

Drengòt

famiglia normanna che nel sec. XI si segnalò nella conquista dell'Italia meridionale. Secondo la tradizione si trattava di sei fratelli che, a causa di un omicidio commesso da uno di loro, abbandonarono la Normandia per l'Italia al soldo di Guaimario IV di Salerno (ca. 1016). Il più noto fu Rainulfo, che militò per i conti di Comino, per Guaimario V e infine per il duca Sergio IV di Napoli, il quale gli diede l'investitura della contea di Aversa (1030), confermatagli poi dall'imperatore Corrado II. Avendo fomentato l'insurrezione della Puglia contro i Bizantini, si impadronì di Siponto e di parte del Gargano (1043), cui in seguito aggiunse il dominio di Gaeta. Nel 1045 gli succedette nella contea il nipote Asclettino junior, figlio di Asclettino signore di Acerenza, Sarulo e Genzano, che morì quasi subito, lasciando erede il fratello Riccardo. Della contea si impadronì però il cugino Rainulfo II Trincanocte (m. 1048) e Riccardo, che era stato prigioniero di Drogone di Puglia, riuscì a ritornare ad Aversa dopo la morte del Trincanocte. Riccardo ampliò i suoi domini, sconfisse nel 1053 Leone IX a Civitate e accrebbe il prestigio della sua famiglia iniziando, nel 1062, la dinastia principesca di Capua.

Media


Non sono presenti media correlati