Questo sito contribuisce alla audience di

Eleménti

(greco Stoicheîa), titolo dell'opera matematica composta da Euclide intorno al 300 a. C. e suddivisa in 13 libri, oltre a due spuri; i primi quattro libri trattano di geometria piana; il quinto e il sesto della teoria delle grandezze geometriche proporzionali; dal settimo al nono di aritmetica e algebra sotto veste geometrica; il decimo degli irrazionali quadratici e infine gli ultimi tre di geometria solida. L'opera, che costituisce una sintesi dello sviluppo della matematica da Pitagora a Eudosso, ci è pervenuta in una stesura molto antica, dovuta probabilmente allo stesso Euclide, e ha esercitato nei secoli una profonda influenza sull'insegnamento della matematica attraverso numerosissime traduzioni (la prima italiana del 1545 è dovuta a N. Tartaglia) ed edizioni critiche.

Media


Non sono presenti media correlati