Questo sito contribuisce alla audience di

Fasano

Guarda l'indice

comune in provincia di Brindisi (58 km), 118 m s.m., 128,88 km², 38.667 ab. (fasanesi), patrono: Madonna del Pozzo e san Giovanni Battista (terza domenica di giugno).

Generalità

Cittadina posta ai piedi del ciglio della Murgia dei Trulli. È il comune pugliese con più frazioni, tra cui meritano di essere citate Selva di Fasano e Laureto, ridenti località di villeggiatura dagli splendidi paesaggi sulla campagna circostante e sul mare, o, lungo il litorale adriatico, Savelletri, rinomata località balneare, Torre Canne, centro peschereccio, balneare e termale, e gli scavi di Egnazia.

Storia

Sorse (Sancta Maria de Faiano) nel sec. X, dopo la distruzione di Egnazia (Gnathia), importante città apula e scalo marittimo tra Messapia e Peucezia, che, fiorente dal sec. V a. C. e per tutta l'epoca romana, venne poi distrutta forse dai Vandali e dai Goti. Il borgo fu feudo del monastero di Santo Stefano e poi dei Cavalieri Gerosolimitani (sec. XIV), che lo mantennero fino agli inizi dell'Ottocento e furono figure importanti della storia del paese, come dimostra il loro stemma che campeggia sulla facciata di molti edifici.

Arte

La chiesa madre, dedicata a San Giovanni Battista, costruita nel sec. XIV dai Gerosolimitani, ampliata e rinnovata nei sec. XVI e XVIII e in seguito restaurata, conserva una notevole facciata secentesca e un bel portale sormontato da un ricco rosone.

Economia

Fasano, con le sue frazioni dotate di notevoli strutture ricettive, è un centro turistico di grandissima importanza, non solo per la provincia ma per l'intera regione. L'economia si basa, oltre che sulle attività legate al turismo, sull'agricoltura, che produce cereali, uva da vino (aleatico di Puglia e locorotondo DOC), olive, ortaggi, mandorle e frutta, e sull'industria, che opera soprattutto nei settori alimentare, tessile, meccanico, della lavorazione del legno e dei materiali da costruzione. È attivo l'artigianato del ferro battuto, dei tappeti e dei merletti. Sono sfruttate cave di marmo.

Dintorni

Lungo la costa adriatica sono i resti dell'antica Egnazia. Nel territorio si trova anche uno zoo-safari, ossia un parco che ospita animali esotici in libertà (1500 esemplari di 200 specie circa), visitabile con la propria auto o con appositi mezzi.