Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrèri, Zaccarìa

ecclesiastico (Vicenza ca. 1479-Roma 1524). Scrisse una difesa del Concilio di Pisa che gli attirò la scomunica di Giulio II. Assolto da Leone X e nominato vescovo (1519), fu poi nunzio apostolico in Russia, Polonia e Prussia (1519-21), dove tentò di contrastare lo sviluppo del protestantesimo. Governatore di Faenza, compose un trattato, De reformatione Ecclesiae suasoria (1521), e gli Hymni novi ecclesiastici che, pubblicati un anno dopo la sua morte, non furono però autorizzati da Clemente VII per la recita pubblica a causa delle troppe espressioni pagane contenute.

Media


Non sono presenti media correlati