Questo sito contribuisce alla audience di

Fièsole

Guarda l'indice

comune in provincia di Firenze (6 km), 295 m s.m., 42,11 km², 14.085 ab. (fiesolani), patrono: san Romolo di Fiesole (6 luglio).

Generalità

Cittadina adagiata su un colle dominante l'Arno e il torrente Mugnone, in posizione panoramica sulla conca fiorentina. È sede dell'Istituto Universitario Europeo (riservato a studenti provenienti dai paesi dell'Unione Europea), della Georgetown University e dell'Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, queste ultime specializzate nello studio dell'arte rinascimentale italiana. È sede vescovile.

Storia

Di origine etrusca, fu fondata forse nel sec. V a. C. Alleata di Roma contro Annibale, le si oppose nella guerra sociale e nel 90 a. C. fu distrutta da Porzio Catone. Colonizzata dai veterani di Silla, venne trasformata in città (Faesulae) con campidoglio, foro, templi, teatro e terme. Durante le invasioni barbariche fu teatro di numerose battaglie, tra cui quelle tra Stilicone e Radagaiso (405) e tra Belisario e Vitige (539). Occupata dai Longobardi, sotto i vescovi conobbe un breve periodo di prosperità e indipendenza, interrotto nel 1125 quando Firenze, dopo due anni d'assedio, la conquistò.

Arte

Dell'epoca etrusca restano un tratto di mura (inizio sec. III a. C.) e un tempio a una cella. Di età romana sono il teatro, con cavea scavata nella roccia, le terme e il tempio eretto su quello etrusco. Sulla piazza principale si affacciano il duomo, il Palazzo Comunale (sec. XIV), il Palazzo Vescovile (sec. XI) e l'oratorio di Santa Maria Primerana (sec. XVI). Il duomo, romanico, è a tre navate, con capitelli di spoglio e presbiterio sopraelevato sulla cripta. All'interno, la cappella Salutati conserva affreschi di C. Rosselli e opere di Mino da Fiesole. La gotica chiesa di San Francesco sorge sulla sommità dell'omonimo colle. Il Museo Archeologico raccoglie materiale etrusco e romano proveniente da scavi fiesolani e da donazioni. Il Museo Bandini conserva in prevalenza dipinti su tavola di scuola fiorentina, manufatti di arti minori (avori bizantini, vetri), terrecotte robbiane. Tra gli artisti rappresentati T. Gaddi, B. Daddi, Giovanni del Biondo, Lorenzo Monaco e Jacopo di Cione.

Economia

Tra le prime voci dell'economia vi è il turismo, attratto dal patrimonio monumentale e ambientale e favorito da un'ottima ricettività. Il terziario è ben rappresentato anche nei servizi e nel comparto commerciale. Poco sviluppata è l'industria, presente nei settori metalmeccanico, tessile (cardatura della lana), alimentare (oleifici), dell'abbigliamento e del legno. L'agricoltura è rivolta prevalentemente alla coltivazione della vite e dell'olivo.

Curiosità e dintorni

L'Estate Fiesolana, il più antico festival estivo, presenta dal 7 giugno al 7 settembre spettacoli di danza, musica, opera, poesia, cinema e prosa. Vi è nato l'attore Giorgio Albertazzi (1923). Nei dintorni, a metà strada tra Fiesole e Forense è la quattrocentesca chiesa di San Domenico di Fiesole; l'interno custodisce un'opera del Beato Angelico. Vicino sorge la Badia Fiesolana, con facciata romanica e interno brunelleschiano, fiancheggiata dall'ex convento, con chiostro e loggia.