Questo sito contribuisce alla audience di

Giosuè

(ebraico Yĕhōšūaʽ). Capo della lega d'Israele (sec. XIII a. C.). Già aiutante di Mosè e uno degli esploratori mandati a osservare la terra di Canaan, prese poi la successione di Mosè quale capo del popolo e realizzò la conquista della Terra Promessa. Le sue imprese sono narrate nel libro omonimo ed ebbero come tappe essenziali il passaggio del Giordano, la presa di Gerico, altre imprese militari verso sud e verso nord, la spartizione del territorio conquistato tra le 12 tribù, l'assemblea delle tribù a Sichem (centro della lega) per la stipulazione di un patto tra la lega e Yahwèh. Il nucleo storico indubbio della figura di Giosuè fu certo falsato dalla tradizione, che accentrò su di lui e prospettò in maniera unitaria le vicende dello stanziamento delle tribù nomadi in Palestina che si erano invece svolte in maniera frammentaria e attraverso fasi lunghe e alterne.

Media


Non sono presenti media correlati