Questo sito contribuisce alla audience di

Gorter, Herman

poeta olandese (Wormeerveer 1864-Bruxelles 1927). Esordì con il poema Maggio (1889), lirica descrizione del paesaggio olandese primaverile, caratterizzata da un linguaggio personalissimo che, nelle Liriche (1890), varca i limiti delle possibilità espressive sconfinando spesso in un balbettio incomprensibile. Dopo l'adesione alle teorie marxiste cantò, nel poema epico Pan (1912), il sogno di una rinascita dell'umanità operata dal comunismo. Postuma è la raccolta di saggi critici I grandi poeti (1937).

Media


Non sono presenti media correlati