Questo sito contribuisce alla audience di

Grècia Centrale

(Stereá Eláda). Regione della Grecia centrorientale, 15.549 km², 568.144 ab. (2001), 37 ab./km², capoluogo: Lamía. Province (nomói): Beozia, Eubea, Euritania, Fócide, Ftiótide. Confini: Tessaglia (N), Mar Egeo (E), Attica (S), Golfo di Corinto (SW), Grecia Occidentale (W).

Il territorio, prevalentemente montuoso, è attraversato dalla valle del fiume Spercheo che dall'Euritania sfocia nell'Egeo formando la Piana di Lamía; in Beozia si estende l'altra importante pianura Tebe-Livadia; a E il territorio comprende l'isola Eubea, separata dalla Ftiótide dal Golfo di Atalanta e dallo Stretto di Orei, è la seconda isola greca per estensione dopo Creta. Il clima è mediterraneo, con inverni miti ma spesso ventosi ed estati molto calde. È la seconda regione per estensione, dopo la Macedonia centrale, e ospita due importanti centri: Lamía e Calcide , entrambi sulla costa egea, l'area più urbanizzata della regione, collegati dall'autostrada costiera E75 che giunge sino alla capitale. Nella regione sono presenti due parchi nazionali: il Parco nazionale del monte Oiti (creato nel 1966) e il Parco nazionale del Monte Parnaso (che supera i 2400 m di altezza), istituito nel 1938. § L'economia della regione è basata sull'agricoltura mediterranea, specialmente concentrata nelle due aree pianeggianti, e sulla pastorizia nell'Euritania; molto importante è il turismo che, grazie alle bellezze naturali e alle attrazioni storiche (Termopili, Delfi), porta nella regione un consistente flusso di visitatori prevalentemente nella stagione estiva.