Questo sito contribuisce alla audience di

Huston, John

regista cinematografico statunitense (Nevada, Missouri, 1906-Middleton, Rhode Island, 1987). Figlio dell'attore Walter, ex pugile, militare, giornalista, uomo di teatro, sceneggiatore (per W. Wyler, W. Dieterle, R. Walsh, H. Hawks), documentarista durante la seconda guerra mondiale, portò nei propri film il senso dell'avventura, del coraggio e della lotta e il sapore della sconfitta. Il mistero del falco (1941) , Il tesoro della Sierra Madre e L'isola di corallo (1948), Stanotte sorgerà il sole (1949), Giungla d'asfalto (1950), La prova del fuoco (1951) furono variazioni sul tema da parte di un cineasta vigoroso, nella fase più compatta del suo lavoro. Amareggiato dal maccartismo, ebbe un secondo periodo più eclettico: da La regina d'Africa (1952) a Il tesoro dell'Africa (1954), a Le radici del cielo (1959), tutti su sfondi africani; da Moulin Rouge (1953) a Moby Dick (1956) e a Freud-Passioni segrete (1962), realizzati in Gran Bretagna, a La Bibbia (1966), diretta e interpretata (nel ruolo di Noè) in Italia: Huston infatti è stato occasionalmente anche attore, in film propri o altrui (Chinatown, 1974, di R. Polański). Alla propria tematica favorita si riallacciò ancora nei film americani del terzo periodo, da Gli spostati (1961) a Fat City (1972), a La saggezza nel sangue (1979). Ha poi diretto Fuga per la vittoria (1981) , si è cimentato nel musical con Annie (1982), ha realizzato in Messico Sotto il vulcano (1984), premiato a Cannes con un “omaggio” speciale, e infine ha diretto L'onore dei Prizzi (1985). L'ultimo film è stato The Dead (1987), commovente versione di un racconto di J. Joyce.

Media

John Huston.John Huston.John Huston.