Questo sito contribuisce alla audience di

Kurz, Isolde

scrittrice tedesca (Stoccarda 1853-Tubinga 1944). Figlia di Hermann, visse dal 1877 al 1914 a Firenze, poi a Monaco. La ponderosa opera della Kurz, neoromantica amante dell'umanesimo italiano come del realismo svevo, e seguace di C. F. Meyer e di Heyse, culmina in Florentiner Novellen (1890; Novelle fiorentine), in Italienische Erzählungen (1895; Racconti italiani) e nel romanzo Vanadis (1931). Rilevanza storico-culturale ha l'autobiografia Die Pilgerfahrt nach dem Unerreichlichen (1938; Il pellegrinaggio verso l'irraggiungibile).

Media


Non sono presenti media correlati