Questo sito contribuisce alla audience di

Lécce nei Marsi

comune in provincia di L'Aquila (80 km), 740 m s.m., 65,98 km², 1752 ab. (leccesi), patrono: san Biagio (ultima domenica di settembre).

Centro della Marsica, situato ai margini sudorientali della conca del Fucino; è compreso nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Sede di una fortezza dei Marsi, appartenne nel Medioevo al monastero della Vittoria di Scurcola, poi ai conti di Celano, ai Barberini e ai Cesarini. Nel 1816 fu abbandonato a causa del brigantaggio e fondato nel sito attuale, subendo ingenti danni nel sisma del 1915. Il vecchio abitato conserva resti di mura e di un castello. § L'economia si basa sull'agricoltura (barbabietole da zucchero, cereali, ortaggi e frutta), lo sfruttamento delle cave di bauxite e l'allevamento ovino e caprino (con attività casearia). § La domenica successiva all'8 settembre, dal 1633, si svolge una frequentata fiera per festeggiare il nome di Maria.