Questo sito contribuisce alla audience di

Mòsa (fiume)

fiume (lunghezza 950 km; bacino 32.900 km²) dell'Europa centroccidentale, tributario del Mare del Nord, dove si getta dopo aver confuso in parte le sue acque con quelle del Reno. La Mosa nasce nella Francia orientale dall'altopiano di Langres e scorre verso N lambendo il margine orientale delle Argonne; a valle di Givet entra in territorio belga e a Namur, dopo aver ricevuto il fiume Sambre, piega a NE, bagnando Liegi. Segna quindi per una cinquantina di chilometri il confine tra il Belgio e i Paesi Bassi, entra in questo Stato e lo attraversa formando un grande arco con la convessità rivolta a NE. Presso Heusden la Mosa si divide in due rami, di cui quello diretto a W (Bergsche Maas) sfocia nell'Hollandschdiep, mentre quello volto a NW si unisce a Woudrichem con il Waal (uno dei maggiori bracci del basso corso del Reno) formando la Boven Merwede, la quale a sua volta dà origine alla Vecchia Mosa (Oude Maas) e alla Nuova Mosa (Nieuwe Maas), che raggiungono unite il Mare del Nord poco a SW di Rotterdam. Suoi principali affluenti sono i fiumi Bar e Sambre (da sinistra), Chiers, Semois, Lesse, Ourthe, Roer e Niers (da destra). Navigabile da Sedan alla foce, la Mosa è affiancata da canali navigabili ed è collegata con la Schelda, il Reno, la Mosella, la Marna e l'Oise tramite canali. In francese, Meuse; in fiammingo, Maas.

Media


Non sono presenti media correlati