Questo sito contribuisce alla audience di

Namur (città)

Guarda l'indice

capoluogo della provincia omonima (Belgio), 106.954 ab. (stima 2005).

Generalità

Celebre per la sua maestosa cittadella fortificata, Namur sorge alla confluenza del fiume Sambre nella Mosa, a 188 m s.m. L'impianto urbanistico e la maggior parte delle abitazioni del centro storico risalgono ai sec. XVIII-XIX quando la città ricevette il suo aspetto borghese. È sede universitaria. In fiammingo, Namen.

Storia

Dal tempo di Cesare Namur fu la piazzaforte degli Aduatuci. Nell'889 fu eretta a contea sotto il dominio di Berenguer de Lomne fino a quando se ne impossessò, alla fine del sec. XII, la casa di Hainaut. Nel 1263 il conte di Fiandra acquistò la contea la quale, dopo il matrimonio di Maria di Borgogna e Massimiliano d'Asburgo, passò a questa potente casata. Entrò nella sfera dell'impero spagnolo di Carlo V, in quanto nipote di Massimiliano, fino a quando la Francia la ottenne nel 1792. Fu poi dei Paesi Bassi e del Belgio. Durante le due guerre mondiali (agosto 1914 e maggio 1940) la città fu occupata dai Tedeschi subendo gravi danni.

Arte

La città medievale si sviluppò soprattutto a partire dal sec. XI sulla riva sinistra del fiume Sambre, alla confluenza con la Mosa. Cinta per la terza volta di mura nei sec. XIV-XV, Namur fu più volte fortificata nei secoli successivi (da Vauban nel 1692, da Maffei nel sec. XVIII, da Brialmont nel 1870-88). La cattedrale di St.-Aubain, neoclassica (1751-67), contiene sculture di L. Delvaux e dipinti di Jordaens e Van Dyck; vicino sorge il campanile gotico, già torre della primitiva chiesa del sec. XIII. La chiesa di St.-Loup, barocca, fu disegnata dal gesuita Huyssens (1621-53). Tra gli edifici profani si ricordano la cittadella (sec. XVIII), il palazzo vescovile (1726-40), l'antico mercato delle carni (1588); in quest'ultimo edificio ha sede il Museo Archeologico (antichità preistoriche, gallo-romane e germaniche). Altre notevoli raccolte si trovano nel convento di Notre-Dame (oreficerie gotiche) e nel Museo Diocesano. A Namur nacque il pittore Félicien Rops.

Economia

È un importante nodo stradale e ferroviario e porto fluviale, sede di industrie alimentari, meccaniche, siderurgiche, conciarie, della porcellana. Anche centro turistico.

Curiosità

A giugno, il grande teatro all'aperto della Cittadella di Namur si anima per Verdur Rock, il più longevo dei raduni musicali valloni. Il terzo fine settimana di settembre, si celebrano le Fêtes de Wallonie, lunga kermesse popolare caratterizzata da manifestazioni collaterali. Namur è inoltre sede del Festival del film francofono.

Media


Non sono presenti media correlati