Questo sito contribuisce alla audience di

Macrì, Orèste

critico letterario italiano (Maglie, Lecce, 1913-Firenze 1998). Teorico e critico dell'ermetismo (Esemplari del sentimento poetico contemporaneo, 1941), ha indagato con acume correnti e problemi della poesia italiana del Novecento (Caratteri e figure della poesia italiana contemporanea, 1956; Realtà del simbolo, 1968; Il Foscolo negli scritti italiani del Novecento, 1980; La poesia di Quasimodo, 1986). Studioso di letteratura spagnola (Poesia spagnola del Novecento, 1952), ha curato l'edizione italiana delle Poesie (1959) e delle Prose (1968) di A. Machado, delle opere di D. Alonso, di F. García Lorca, di L. Ponce de León, e ha pubblicato il saggio Varia fortuna del Manzoni in terre iberiche (1976). Al ponderoso saggio “Il cimitero marino” di Paul Valéry. Studi, testo critico, versione metrica e commento (1989) ha fatto seguito la monografia Tommaso Landolfi (1990), di cui Macrì ha indagato e illustrato la complessa attività letteraria. Nel 1992 ha pubblicato il volume critico Pratolini, che comprende anche una silloge di lettere dello scrittore fiorentino, mentre al consueto impegno nel campo della letteratura spagnola si ricollegano i successivi Studi ispanici (1996) "Per approfondire vedi Libro dell'Anno '99 p 227" "Per approfondire vedi Libro dell'Anno '99 p 227" .