Questo sito contribuisce alla audience di

Mentóne

(Menton). Città nel dipartimento delle Alpes-Maritimes (regione: Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Francia), 16 m s.m., 28.811 ab., (1999).

Situata presso il confine italiano, sulla Costa Azzurra, Mentone è una rinomata stazione turistica e balneare. Si compone della parte medievale, arroccata su un colle, e di quella moderna distesa ai suoi lati. § La città, che data dal sec. X, fu ceduta nel 1346 dalla famiglia genovese dei Vento a Carlo I Grimaldi, signore di Monaco. Restò ai Grimaldi fino al sec. XIX, anche se sotto la signoria feudale dei Savoia. Occupata dai Francesi (1792), il Congresso di Vienna (1815) la restituì, con Monaco, ai Grimaldi, riconfermando ai Savoia gli antichi diritti (1816). Nel 1848, insieme con Roccabruna, Mentone si ribellò ai Grimaldi, costituendosi in repubblica sotto la protezione dei Savoia. Nel 1861 le due cittadine furono cedute, insieme con Nizza, alla Francia. Durante la seconda guerra mondiale Mentone fu occupata dalle truppe italiane. § La chiesa di Saint-Michel, consacrata nel 1675, è la più grande chiesa barocca della regione; la facciata è del 1819. Il parvis Saint-Michel, una piccola piazza pavimentata a ciottoli, è circondato da edifici antichi e da due chiese barocche. La città ospita vari musei, tra cui: quello dedicato a Jean Cocteau (che conserva disegni, mosaici, arazzi, fotografie e altro materiale del poliedrico artista francese), quello del Palais Carnolès (con sculture e tele di scuola francese, italiana e fiamminga) e quello di Preistoria Regionale. § Mercato agricolo (fiori, agrumi) e porto peschereccio, la città attira per il suo clima e le sue belle spiagge un notevole flusso turistico.

Media


Non sono presenti media correlati