Questo sito contribuisce alla audience di

Minuziano, Alessandro

umanista, editore e tipografo italiano (San Severo 1450-Milano 1522). Letterato, insegnò per qualche tempo allo studio di Pavia. Fu editore soprattutto di classici: l'Orazio, stampato da Zarotto (1486), il Cicerone (1498-99), la Patria historia, di Corio (1503), e gli Annales di Tacito (1517), contraffazione dell'edizione romana fatta da Beroaldo, per la quale fu processato, e assolto da Leone X. Come tipografo fu attivo (senza grande rilievo) dal 1498; si crede abbia cessato l'attività nel 1520.