Questo sito contribuisce alla audience di

Neged

regione (1.390.300 km²; ca. 3.000.000 di ab. nel 1985; capoluogo Riyadh) dell'Arabia Saudita, nel settore centrosettentrionale del Paese, tra la Giordania e l'Iraq a N, l'Higiaz a W, l'Al Hasa a E e il Najran a S. Il territorio è costituito da una serie di altopiani e rilievi tabulari (Gebel Shammar, monti Towaiq) culminanti a 1286 m nel monte Tamiyah, che si abbassano verso N, E e S rispettivamente nei deserti del Nafud, di Ad Dahna' (Deserto Rosso) e di Rub' al Khali. Nei tavolati centrali, solcati da numerosi uidian, si aprono importanti oasi, in cui prosperano l'agricoltura (produzione di cereali e frutta) e l'allevamento del bestiame. Giacimenti di petrolio, cromite e rame. Centri importanti, oltre al capoluogo, sono Ha'il, Buraidah e Anaizah. In arabo, Naǧd o Najd. § Nel 1871 gli Ottomani stabilirono una guarnigione a Al Hasa allo scopo di controllare il Neged, ma questo rimase di fatto sotto il dominio delle dinastie rivali degli Ibn Rāshid e degli Ibn Saʽūd. Nel 1892 i primi riuscirono a espellere i secondi dalla regione. Ma a partire dal 1902 Ibn Saʽūd riportò alla vittoria i wahhabiti che rientrarono nella capitale Riyadh. Nel 1914 fu conquistata Al Hasa e nel 1921 furono definitivamente debellati gli Ibn Rāshid. Le ulteriori conquiste di Ibn Saʽūd fecero del Neged, eretto in regno nel 1926, il cuore dell'Arabia Saudita.

Media


Non sono presenti media correlati