Questo sito contribuisce alla audience di

Neottòlemo (mitologia)

(greco Neoptolémos, Giovane Guerriero), eroe della mitologia greca: è il figlio di Achille che, dopo la morte del padre, prende il suo posto nella guerra di Troia. È in un certo senso il continuatore di Achille: egli porterà a compimento la vita, equilibrando la sorte del padre morto anzitempo. Questa immagine ripete uno schema evolutivo in cui Achille rappresenta la fine di un passato da adolescente e Neottolemo l'inizio della vita da adulto. La continuità era espressa anche dal nome Pirro (Pyrrhos=Rosso, Biondo) che al femminile (Pirra) designava Achille quando in vesti femminili era tenuto lontano dalla guerra di Troia, e al maschile designò Neottolemo. Di ritorno da Troia, secondo una versione del mito, Neottolemo sposa la figlia di Menelao, Ermione e stabilisce un regno in Epiro (su questa tradizione si fonda l'assunzione del nome Pirro da parte del dinasta epirota in epoca ellenistica). Secondo un'altra versione, Neottolemo trascina schiava Andromaca, moglie di Ettore, la sposa e poi la cede all'indovino Eleno.

Media


Non sono presenti media correlati