Questo sito contribuisce alla audience di

Osterìa dell'Osa

località del comune di Roma. Agli inizi degli anni Settanta del Novecento vi fu scoperta una necropoli dell'Età del Ferro, attribuibile al centro latino di Gabi, che fu oggetto di scavi diretti da A. M. Bietti Sestieri fino al 1986. Le oltre 600 sepolture recuperate appartengono a un periodo compreso tra il sec. IX e gli inizi del sec. VI a. C. e testimoniano, nelle fasi più antiche, l'uso misto del rito crematorio e di quello inumatorio che, a partire dal sec. VIII a. C., diviene esclusivo. Lo studio dei corredi e dei reperti scheletrici ha consentito la ricostruzione dell'organizzazione sociale della comunità, di tipo apparentemente egualitario nelle prime fasi, in seguito contraddistinta da forme assai evidenti di stratificazione. Di un certo interesse è il rinvenimento di un'iscrizione greca in una sepoltura databile alla prima metà del sec. VIII a. C.

Media


Non sono presenti media correlati