Questo sito contribuisce alla audience di

Pio II

(al secolo Enea Silvio Piccolomini). Papa (Corsignano, poi Pienza, 1405-Ancona 1464). Dotto umanista e giurista, professò la dottrina conciliare e seguì al Concilio di Basilea l'antipapa Felice V. Fu poi alla corte imperiale e, riconciliatosi col papa Eugenio IV, presso la Curia romana. Solo allora abbracciò la carriera ecclesiastica (1446) divenendo l'anno dopo vescovo di Trieste, poi di Siena (1450), legato pontificio (1452), cardinale (1456) e infine papa (1458), successore di Callisto III. Rafforzò il potere del pontefice e si propose una riforma della Chiesa; svolse opera di mediazione tra gli Stati italiani per conservare la pace e l'equilibrio; protesse le arti e la cultura. Di fronte alla grande avanzata dei Turchi, si fece promotore di una crociata e a tale scopo convocò a Mantova un congresso (1459-60). Nonostante le numerose adesioni formali, solo i Veneziani e gli Ungheresi si dimostrarono disponibili all'impresa. Nel 1464 Pio II, sebbene infermo, si recò ad Ancona per porsi alla guida dei crociati, ma trovò il porto vuoto. Morì deluso e amareggiato. Lasciò numerose opere di vario genere: i Commentarii rerum memorabilium, quae temporibus suis contigerunt, in cui racconta le esperienze del suo pontificato; i Commentarii de gestis basiliensis concilii (1440) e De rebus Basileae gestis stante vel dissoluto concilio (1450), dedicati al Concilio di Basilea; l'Historia rerum Friderici imperatoris; una Cosmographia; una raccolta di componimenti in versi (Cinthia, 1426-28) e una di Epigrammi; una commedia di stampo plautino (Chrisis, 1444); il romanzo epistolare in versi De duobus amantibus historia (1444). Fu inoltre mecenate e collezionista d'opere d'arte e libri preziosi (le raccolte passarono alla sua morte alla Biblioteca di Siena); promosse restauri e imprese urbanistiche a Roma e a Siena e impegnò Bernardo Rossellino in quel rinnovamento urbanistico del suo borgo natale, Corsignano, che ne fece, col nuovo nome di Pienza, un modello esemplare di città rinascimentale.

Bibliografia

E. Hochst, Pius II und der Halbmond, Friburgo, 1941; F. A. Cragg, The Commentary, Northampton, 1942; G. Paparelli, Enea Silvio Piccolomini, Bari, 1950; R. I. Mitchell, Il lauro e la tiara, Napoli, 1967; L. Rotondi Secchi Tarugi (a cura di), Pio II e la cultura del suo tempo, Milano, 1991.

Media


Non sono presenti media correlati