Questo sito contribuisce alla audience di

Pio IV

(al secolo Giovanni Angelo Medici di Marignano), papa (Milano 1499-Roma 1565). Arcivescovo di Ragusa (1545), cardinale (1549) e legato in Romagna, salì al soglio pontificio (1559) alla morte di Paolo IV di cui fece prontamente processare e condannare i nipoti accusati di malversazioni e delitti. Preoccupato del dilagare del calvinismo in Francia, riconvocò il Concilio di Trento (1560) che guidò poi con abile fermezza sino alla fine (1564) facendosi anzi accusare di ingerenze eccessive. Proseguì poi con grande sollecitudine la riforma disciplinare del clero valendosi soprattutto della collaborazione del nipote Carlo Borromeo da lui fatto cardinale (1560). Redasse la Confessio fidei Tridentina e la rese obbligatoria; rinnovò il Sacro Collegio, fece eseguire una nuova edizione dell'Indice, istituì la Sacra Congregazione del Concilio e iniziò la compilazione del Catechismo romano che fu però pubblicato solo dopo la sua morte. Protesse artisti e letterati.

Bibliografia

H. Jedin, Il concilio di Trento, Brescia, 1949; G. Carocci, Lo stato della Chiesa nella seconda metà del sec. XVI, Milano, 1961; G. Calvi, Giovanni Angelo Medici di Marignano, Roma, 1977.

Media


Non sono presenti media correlati