Questo sito contribuisce alla audience di

Pròsperi, Giórgio

critico teatrale, cinematografico e drammaturgo italiano (Roma 1911-1997). Acuto nell'esercizio della critica (fra l'altro quella teatrale ne Il Tempo di Roma dal 1956), rivelò in età matura un'interessante vena d'autore, particolarmente incline a una moderna interpretazione dei personaggi della storia (La congiura, premio Marzotto 1959, su Catilina; Il Re, 1961, su Carlo Alberto). In certi atti unici unì con successo il suo senso dell'umorismo al suo naturale moralismo. Fu anche sceneggiatore cinematografico. Tra i suoi ultimi lavori vanno ricordati Il processo a Socrate (1983), La vendetta trasversale (1995), premio Fava, e Studio per una finestra (1996), sua ultima regia importante andata in scena al Teatro Argentina di Roma in occasione dei festeggiamenti per i suoi cinquanta anni di teatro. Per la TV scrisse tre fortunati sceneggiati: Vita di Michelangelo, Vita di Dante e Vita di Cavour. Docente del Centro sperimentale di cinematografia di Roma, è stato membro del Consiglio di amministrazione della SIAE e uno dei fondatori del Teatro di Roma.