Questo sito contribuisce alla audience di

Primorje, Territòrio di-

Guarda l'indice

(Primorskij Kraj). Territorio della Russia orientale, 165.900 km², 2.019.529 ab. (stima 2006), 12 ab./km², capoluogo: Vladivostok. Confini: Territorio di Habavovsk (N), Mar del Giappone (E); Corea del Nord (SW), Cina (W).

Generalità

Il territorio si estende nella Siberia sudorientale, su una regione montuosa (monti Sihote-Alin, 2077 m) affacciata al Mare del Giappone, interessata dall'alto e medio bacino del fiume Ussuri (903 km) e parzialmente occupata dal lago Hanka. A S e SW la regione è invece prevalentemente pianeggiante e ricca di boschi decidui e conifere. Le foreste occupano circa l'80% della superficie totale della regione, caratterizzata dalla presenza di numerose grotte carsiche, tra le quali la grotta Spjaščaja Krasavica (Bella Addormentata), ubicata nella Riserva Naturale di Ussurijsk. Il territorio conta altre 6 riserve naturali, tra le quali l'unico parco-riserva marittimo della Federazione Russa, la Riserva Statale Dal'nij Vostok. Presenti nella regione resti di antichi vulcani. Il territorio, dal clima monsonico, presenta flora e fauna (tigre dell'Amur, lince, leopardo ecc.) molto variegate, fatto dovuto anche all'assenza di glaciazioni nel periodo geologico delle ere glaciali. Interessante è la presenza sul territorio del meteorite Sihote-Alin, caduto sui monti omonimi nel 1947. La popolazione è composta per circa il 90% da russi, ma sono presenti anche gruppi minori tra cui ucraini, coreani, tatari e bielorussi. La regione ha un'economia molto sviluppata: attività più diffuse, oltre all'agricoltura (riso, latte, uova, ortaggi), sono soprattutto la pesca, lo sfruttamento forestale (settore oggi in recessione) e del sottosuolo (piombo, zinco, carbone, tungsteno e oro). Importanti giacimenti di stagno a Kavalerovskij, Dal'negorsk e Krasnoamejskij. Le principali industrie sono alimentarie e meccaniche, ma altrettanto importante è il settore della Difesa, che fornisce alla Federazione Russa aerei militari. Il capoluogo, Vladivostok, è inoltre il maggiore centro bancario e finanziario dell'estremo oriente della Russia, e la sua posizione ne fa un centro di scambio commerciale privilegiato con Cina e Corea del Nord. La regione è importante meta per il turismo ecologico.

Storia

Nella regione sono state rinvenute tracce di popolazioni di origine paleoasiatica e tungusa risalenti a più di 30.000 anni fa. Il territorio subì il dominio coreano (sec. IV-IX), cinese (sec. XII-XIII) e mongolo, per passare poi sotto il controllo russo solo nel 1858, con il Trattato di Ajgun stipulato con la Cina, che garantì alla Russia anche il controllo sul Territorio di Habarovsk. La regione fu interessata dalla guerra russo-giapponese nel 1905 e i giapponesi la occuparono, alla fine della prima guerra mondiale, per sostenere le armate bianche durante la guerra civile seguita alla Rivoluzione russa del 1917. La regione venne definitivamente riconquistata dai russi nel 1922.

Media


Non sono presenti media correlati