Questo sito contribuisce alla audience di

Reiss-Andersen, Gunnar

poeta norvegese (Larvik 1896-1964). Dal raffinato simbolismo delle prime raccolte di versi (Fra il leone e Venere, 1923; Pioggia di sole, 1924) che risentono dell'influsso di O. Bull e di H. Wildenvey, Reiss-Andersen passò a una poesia più direttamente legata a problematiche sociali, centrata sui tragici temi dell'occupazione tedesca e della guerra: Orizzonte (1934), Poesie del tempo di guerra (1945). Dopo la guerra l'incontro con il modernismo potenziò la sua fantasia, come testimonia la raccolta Il principe d'Isola (1949), mentre in Vele invisibili (1956) e Anni su una spiaggia (1962) modernismo e tradizione si fondono in una personalissima unità.

Media


Non sono presenti media correlati