Questo sito contribuisce alla audience di

Rybinsk

città nella provincia di Jaroslavl' (Russia), 52 m s.m., 214.900 ab. (stima 2006).

Località della Russia, immediatamente a S del bacino artificiale omonimo, all'uscita da esso del fiume Volga. Situata sulla ferrovia Bologoje-Jaroslavl, è porto fluviale con industrie: in particolare, è da secoli il punto in cui viene smistato, macinato, trasformato il grano che giunge via fiume dalle fertili pianure del sud del Paese. § Antico villaggio, risalente al sec. XII, ebbe i primi sviluppi urbani fra i sec. XVIII e XIX, ma soprattutto dopo l'apertura (1810) del collegamento idroviario fra il Volga e il Mar Baltico, reso agibile per natanti di maggiore tonnellaggio a partire dal 1964. Negli stessi anni Sessanta del sec. XX Rybinsk raggiungeva i 200.000 ab., avendo abbondantemente superato i 100.000 ab. già nel periodo compreso fra le due guerre mondiali. Dal 1946 al 1957 si chiamò Ščerbakov, e dal 1984 al 1989, Andropov. § Il lago artificiale di Rybinsk (4580 km²), situato a 102 m tra le province di Jaroslavl, Vologda e Tver e formatosi in seguito allo sbarramento a Rybinsk del fiume Volga, completato nel 1941, alimenta una potente centrale idroelettrica. Sulla sua sponda settentrionale si affaccia la città di Čerepovec. Nel 1987 il lago fu colpito da una vera e propria catastrofe ecologica, dovuta alle perdite verificatesi in uno stabilimento chimico ubicato sulle sue rive e adibito alla lavorazione di fenolo e benzolo: l'inquinamento conseguente danneggiò in maniera gravissima la fauna ittica, determinando la chiusura di numerosi impianti per la pesca industriale.

Media


Non sono presenti media correlati