Questo sito contribuisce alla audience di

San Gregòrio da Sàssola

comune in provincia di Roma (44 km), 420 m s.m., 35,25 km², 1444 ab. (sangregoriani), patrono: san Gregorio (12 marzo).

Centro sul versante nordoccidentale dei monti Prenestini. L'origine si collega all'antica Saxula. Possesso dell'abbazia di Subiaco nel sec. XIII, fu poi dei Colonna. Nel sec. XV fu concesso in vicariato ai Borgia, dai quali passò ai Santacroce, ai Barberini, a Carlo Pio di Savoia e ai Brancaccio.⿿ Il borgo medievale è dominato dal grandioso castello Brancaccio, molto rimaneggiato, con un ponte levatoio, merli e una torre; accanto, il Palazzo Municipale è fiancheggiato da una robusta torre. Notevole il Borgo Pio (voluto da Carlo Pio di Savoia, dopo una pestilenza, nel sec. XVII), con una lunga via fiancheggiata da cinque gruppi identici di case e terminante in una pittoresca piazza ellittica.⿿ L'economia si basa sulle colture di cereali, frutta, ortaggi e soprattutto di olive per la salamoia, e sugli allevamenti, anche bradi, di ovini e bovini.

Media


Non sono presenti media correlati