Questo sito contribuisce alla audience di

San Sevèro

Guarda l'indice

comune in provincia di Foggia (30 km), 86 m s.m., 333,15 km², 55.824 ab. secondo una stima del 2007 (sanseverini), patrono: Madonna del Soccorso (terza domenica di maggio).

Generalità

Città situata nel settore settentrionale del Tavoliere di Puglia. Sorge al centro di un vasto territorio agricolo, tra i più importanti della regione, specializzato nella produzione di vini pregiati.

Storia

Di antica origine, si sviluppò nel Medioevo, quando fu soggetta al monastero benedettino di Torremaggiore, da cui ricevette (1116) le famose Costituzioni di vita civile per gli abitanti di San Severo. Federico II la diede in feudo ai Templari (1230) e, dopo la soppressione dell'ordine, fu sede governativa della Capitanata (sec. XV-XVI); in seguito divenne feudo dei principi Di Sangro (1587), che ne restarono in possesso fino alla caduta del regime feudale. È sede vescovile.

Arte

La chiesa di San Severino conserva, sul fianco destro, una facciata del sec. XII; l'arco che sormonta il portale è decorato con motivi floreali e sostenuto da due colonne poggianti su sfingi leonine. La cattedrale, dedicata a Santa Maria Assunta, venne costruita nel sec. XI, ma fu rifatta in forme barocche e poi ancora trasformata. All'epoca barocca risalgono l'interno della chiesa di San Nicola (sec. XVIII), la facciata della chiesa di San Lorenzo e il santuario della Madonna del Soccorso (meta di pellegrinaggi), il cui culto fu portato in città dagli Agostiniani nel Cinquecento. Il Palazzo di Città (ex monastero dei Celestini) è sede municipale. Nel Museo Civico sono esposti reperti di varie epoche (del Paleolitico, dell'Età del Ferro e di età ellenistica e romana) e fossili preistorici provenienti dalle cave del Gargano.

Economia

Importante nodo di comunicazioni e centro di varie funzioni amministrative, San Severo basa la sua economia sull'agricoltura, notevolmente specializzata nelle coltivazioni soprattutto di viti e olivi, ma anche di cereali e ortaggi, e sull'industria, attiva nei settori alimentare (frantoi, pastifici e caseifici), enologico (aleatico di Puglia e san severo DOC), dell'arredamento, della carpenteria (legno e metalli) e della lavorazione del vetro e delle materie plastiche.

Curiosità

Nel mese di settembre si svolge un'importante Sagra dell'Uva e del Vino.

Media


Non sono presenti media correlati