Questo sito contribuisce alla audience di

Schirò, Giusèppe

letterato e poeta italo-albanese (Piana dei Greci, oggi Piana degli Albanesi, Palermo, 1865-Napoli 1927). Insegnò dal 1900 lingua e letteratura albanese presso l'Istituto orientale di Napoli. All'attività di studioso e di appassionato ricercatore delle antiche tradizioni albanesi si devono l'opera storico-politica Gli albanesi e la questione balcanica (1904) e, soprattutto, la raccolta di Canti tradizionali (1923), corredata di notizie storiche sulle colonie siculo-albanesi. Anche come poeta trasse ispirazione da temi popolari; si ricordano le Rapsodie albanesi (1887), raccolta di componimenti epico-lirici modellati su canti tradizionali, il poemetto idillico Mili e Hajdhia (1891), i Canti di battaglia (1897), il poema Nella terra straniera (1900).

Media


Non sono presenti media correlati