Questo sito contribuisce alla audience di

Schulberg, Budd

romanziere e sceneggiatore statunitense (New York 1914-Westhampton, New York, 2009). Amaro osservatore di un mondo corrotto e violento, è noto soprattutto come autore di soggetti cinematografici (On the Waterfront,1954; Fronte del porto, per cui vinse l'Oscar; A Face in the Crowd, 1957; Un volto nella folla, ambedue per la regia di E. Kazan) e del romanzo di ambientazione hollywoodiana What Makes Sammy Run? (1941; Che cosa fa correre Sammy?). Interessanti anche The Harder They Fall (1947; Il colosso d'argilla), sul mondo della boxe, da cui fu tratta la sceneggiatura del film omonimo di M. Robson (1956), The Disenchanted (1950; I disincantati), ispirato alla figura di F. Scott Fitzgerald, il volume di racconti Some Faces in the Crowd (1953; Alcuni volti nella folla), il racconto lungo Swan Watch (1975), Everything that Moves (1981; Tutto ciò che si muove), Writers in America: The Four Seasons of Success (1982; Scrittori in America: le quattro stagioni del successo), Love, Action, Laughter and Other Sad Tales (1990; Amore, azione, risate e altre tristi storie). Nella sua autobiografia Moving Pictures: Memories of a Hollywood Prince (1981; Ricordi di un principe di Hollywood) parla della sua infanzia nell'industria cinematografica hollywoodiana. Nel 2005 ha pubblicato Perché corre Sammy?.

Media


Non sono presenti media correlati