Questo sito contribuisce alla audience di

Stilo

comune in provincia di Reggio di Calabria (150 km), 400 m s.m., 78,49 km², 2816 ab. (stilesi), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Centro posto sul versante sudorientale delle Serre. Fondato forse nel sec. VII dai profughi di varie città costiere saccheggiate dai Saraceni, nell'alto Medioevo divenne il più importante centro bizantino della Calabria meridionale. Gravemente danneggiato quando Ottone II tentò di conquistare il Mezzogiorno (982), oppose una strenua resistenza un secolo dopo ai Normanni. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1783.§ Il monte Consolino, che domina l'abitato, conserva numerose grotte eremitiche (alcune con affreschi bizantini) ed è coronato dai resti del castello normanno. Il duomo, dedicato a Santa Maria d'Ognissanti, è una costruzione dei sec. XIII-XIV, rimaneggiata in seguito, e custodisce la grandiosa tela della Madonna d'Ognissanti di Gian Battista Caracciolo (sec. XVII). Nella parte alta del paese è la “Cattolica”, una chiesetta bizantina in mattoni del sec. X, che costituisce uno degli esempi più singolari di architettura basiliana: ha pianta quadrata con tre absidi semicircolari e cinque cupolette su tamburi cilindrici; la decorazione muraria policroma è di gusto arabeggiante.§ All'agricoltura, che produce cereali, olive, uva e agrumi, sono legate alcune aziende olearie ed enologiche (bivongi DOC). Estesi boschi di lecci e castagni forniscono legname, lavorato industrialmente e commercializzato. È praticato l'allevamento bovino, ovino e caprino e sopravvivono le attività artigianali dell'intaglio del legno, della tessitura e del ricamo.§ Il primo fine settimana di agosto si svolge il Palio di Ribusa, una popolare rievocazione che consiste in una gara equestre di velocità e abilità, con arcieri e balestrieri. A Stilo nacque il filosofo Tommaso Campanella (1568-1639).

Media


Non sono presenti media correlati