Questo sito contribuisce alla audience di

Stra

comune in provincia di Venezia (31 km), 9 m s.m., 8,78 km², 7031 ab. (stratensi o straensi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro della Riviera del Brenta alla destra del fiume omonimo, presso l'incrocio del Naviglio con il tratto iniziale del canale della Cunetta. Possedimento di Padova, fu occupato da Venezia nel 1405. § Numerose ville furono edificate dai nobili veneziani tra i sec. XV e XVIII. La più celebre è villa Pisani (o villa Nazionale), di forme palladiane, costruita nel 1736-56 su disegno di L. Frigimelica e rielaborata da F. M. Preti. L'edificio centrale, con un grande loggiato sormontato da timpano, è affiancato da due ali più basse spartite da lesene. L'interno, che conserva l'arredamento originario, è decorato da affreschi di Guarana, Amigoni, Ricci, Zais e soprattutto G. B. Tiepolo, di cui è la Gloria dei pisani. Il vasto parco conserva un singolare labirinto. Di stile palladiano è anche la villa Foscarini-Rossi, con grande affresco secentesco nella barchessa. Vivacissima è l'industria calzaturiera con il suo indotto, presente dal 1898. Si affiancano attività manifatturiere nei settori conciario, dell'abbigliamento e del mobile. § La seconda domenica di settembre parte da Stra la tradizionale parata del Corteo Storico della Riviera del Brenta (o Riviera Fiorita), che percorre il fiume fino a Malcontenta di Mira.