Questo sito contribuisce alla audience di

Tància, La-

commedia in un prologo e cinque atti, in ottave, di Michelangelo Buonarroti il Giovane, rappresentata alla presenza del granduca Cosimo de' Medici il 25 maggio 1612 e occasionalmente ripresa anche in epoche recenti. È una farsa rusticana imperniata sul contrasto tra due pretendenti, uno di città e l'altro di campagna, alla mano della bella contadina Tancia e volta all'esaltazione dei valori della vita agreste. Vale per la vitalità di alcuni momenti e per il raffinato tessuto linguistico. La sapida commedia fornì lo spunto al librettista G. A. Moniglia per il testo poetico di La Tancia ovvero il podestà di Colognole, opera in musica di J. Melani, rappresentata a Firenze nel 1656, che è il primo melodramma in cui la parte buffa predomina su quella a carattere drammatico sentimentale.

Media


Non sono presenti media correlati