Questo sito contribuisce alla audience di

Tolnai, Ottó

scrittore ungherese (Magyarkanizsa 1940). Autore prolifico e versatile, spazia dall'ideale rilkiano alla letteratura beat, fino al collagedadaista, attraverso sempre nuove metamorfosi. Nessun tentativo sembra essergli estraneo: dal saggio alla poesia, dal romanzo sperimentale al dramma, Tolnai mette alla prova se stesso e il lettore, giungendo sino alla pura provocazione. Tolnai è fedele all'idea della libera creazione poetica, e da ciò consegue un mondo in versi che si può definire “surrealista”, nel quale si mette alla prova l'intelletto del lettore, con continui riferimenti ed associazioni. Opere principali: Versi concavi (1963), Zoo (1969), La morte di Gogol (racconti, 1972), Il bacetto dell'elefante (1982), Via Virag 3 (romanzo, 1983), Il libro delle prose (racconti, 1987), I canti di Wihlem (1992).

Media


Non sono presenti media correlati