Questo sito contribuisce alla audience di

Villafranca di Veróna

comune in provincia di Verona (16 km), 54 m s.m., 57,32 km², 29.353 ab. (villafranchesi), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro situato sulla sinistra del fiume Tione. Sorto col nome di Borgo Libero (1185), come baluardo a difesa di Verona contro Mantova, sotto gli Scaligeri (sec. XIV) fu al centro di un grandioso sistema difensivo (il Serraglio). Sottomessosi a Venezia nel 1405, fu sede di vicariato. Nel 1859 vi furono firmati l'armistizio e i preliminari di pace, che posero fine alla seconda guerra d'indipendenza. Nella città resta la cinta muraria del castello scaligero, con torri angolari.§ Nell'economia locale prevalgono l'agricoltura, che produce ortaggi, uva, pesche, foraggi e cereali, l'allevamento (bovini, tacchini) e l'industria, attiva nei settori alimentare (insaccati), meccanico, calzaturiero, cartario, dell'abbigliamento, del legno (mobili, infissi), delle materie plastiche e dei materiali da costruzione.§ Vi nacque il filosofo Giuseppe Rensi (1871-1941).

Media


Non sono presenti media correlati