Questo sito contribuisce alla audience di

Wren, Christopher

architetto inglese (East Knoyle 1632-Hampton Court 1723). Personalità di vasta ed eclettica cultura, umanista, scienziato, matematico, astronomo, giunse all'architettura proprio per la sua fama di “tecnico” (relazione sulla cattedrale di S. Paolo, 1664). La sua prima opera (1663-67) rivela, nel riferimento al teatro di Marcello, il fondamento classicistico della cultura di Wren, sul quale egli venne elaborando originalmente il suo stile. Dopo un viaggio in Francia (1665), Wren riprese a Londra la sua attività, che ebbe una svolta decisiva col grande incendio del 1666. Incaricato del piano di ricostruzione della città, presentò un razionale progetto, basato su una maglia ortogonale, che non ebbe però attuazione; gli fu comunque affidato l'incarico della ricostruzione delle chiese distrutte, impresa in cui l'architetto diede una superba prova della sua versatilità. Le 51 chiese ricostruite (tutte su progetto di Wren, e in gran parte realizzate entro il 1690) mostrano una notevole varietà di impianto planimetrico e una serie di soluzioni per i campanili che, nel ricordo delle guglie gotiche tradizionali, fondono elementi classici e barocchi con inesauribile fantasia. Contemporaneamente Wren era impegnato nella sua più famosa realizzazione, la ricostruzione della cattedrale di S. Paolo, compiuta nel 1710: bocciato un primo progetto (1673) con pianta a croce greca, la versione definitiva (1675) rappresenta una fusione della pianta centrale e di quella basilicale, coordinate dall'imponente cupola debitrice di quella di S. Pietro. Vasta fu anche l'attività di Wren come architetto civile: si ricordano la biblioteca del Trinity College (1676); il Chelsea Hospital a Londra, con cortile a tre lati aperto sul Tamigi (1682-89); la parziale ricostruzione del palazzo di Hampton Court (1689-96); il complesso del Royal Hospital di Greenwich, iniziato nel 1696, nel quale Wren integrò genialmente i preesistenti edifici di J. Webb e I. Jones, raccordati con porticati a colonne.