Questo sito contribuisce alla audience di

aerobiòsi

Guarda l'indice

Biologia

sf. [aero-+-biosi]. Modo di vita per il quale è necessario l'ossigeno dell'aria; si contrappone a quello degli esseri che possono vivere in ambienti privi d'ossigeno (anaerobiosi). La grande maggioranza degli animali, cioè degli organismi eterotrofi che hanno bisogno per vivere di sostanze organiche prodotte da altri organismi (autotrofi), vive in aerobiosi. La funzione dell'ossigeno per gli organismi che vivono in aerobiosi, cioè per gli aerobionti, è quella di determinare la combustione delle sostanze organiche introdotte come alimento, cosicché diventa possibile lo sviluppo dell'energia necessaria all'organismo per le proprie attività vitali. Qualora l'ossigeno venga a mancare, si producono negli aerobionti modificazioni irreversibili che conducono rapidamente a morte l'organismo. La resistenza all'assenza di ossigeno è varia per i vari tessuti di uno stesso organismo: muscoli e nervi periferici possono funzionare per un certo tempo anche senza ossigeno ricorrendo a reazioni anaerobiche (per esempio, i muscoli possono trasformare il glicogeno in acido lattico). Tuttavia, le sostanze che così si formano debbono essere ossidate successivamente. Esistono anche organismi che possono fare scorta di ossigeno, per esempio il ragno Argyroneta che trasporta bolle d'aria aderenti ai peli del corpo in una campana costruita sott'acqua con fili sericei. I Cetacei, che possono trascorrere parecchi minuti in immersione, possiedono una quantità molto elevata di mioglobina, che immagazzina circa la metà di tutto l'ossigeno inspirato in superficie. La riserva d'ossigeno dell'uomo serve al massimo per 3 o 4 minuti; il cervello può rimanere solo per brevissimo tempo senza ossigeno e senza funzionare dopo di che sopravvengono alterazioni irreversibili dell'organo.

Ecologia

I sistemi di depurazione delle acque sono basati per lo più su processi aerobici in modo che i materiali organici di scarto vengano decomposti a contatto con ossigeno per formare prodotti inorganici che possano essere separati dall'acqua.

Media


Non sono presenti media correlati