Questo sito contribuisce alla audience di

drenàggio (idraulica)

complesso di operazioni atte al prosciugamento di un terreno dall'acqua in eccesso al fine di trasformarlo in terreno agricolo, di elevarne i livelli di produttività e di agibilità, di consolidarne la struttura. Le tecniche di drenaggio prevedono diversi metodi di esecuzione; quelli principali "Per gli schemi di tre tipi di drenaggio stradale vedi il lemma del 7° volume." "Vedi gli schemi di tre tipi di drenaggio stradale alla pagina 370 dell’8° volume." , che possono anche combinarsi secondo le esigenze, sono: A) A canali aperti (o ad affossatura), mediante canali tagliati direttamente nel terreno per lo scolo delle acque superficiali, che è il metodo tipico delle bonifiche per prosciugamento a scolo. B) A canali coperti (o a fognatura), a mezzo di trincee scavate nel terreno al fondo delle quali è posto un canaletto (in cemento, terracotta, laterizio), permeabile superiormente, ricoperto di un vespaio in ciottoli o in ghiaia, a volumetria progressivamente crescente verso il basso, attraverso il quale scolano le acque superficiali o di falda; per piccole portate è sufficiente riempire il fondo della trincea con ghiaia e colmarla poi nuovamente con terra. C) A tubazioni (o drenaggio in senso proprio), a mezzo di tubi (detti dreni) di piccolo diametro, forati o a giunti liberi, onde permettere la raccolta delle acque, che vengono posti in opera entro trincee strette e poco profonde e ricoperti di sabbia o ghiaia; ogni serie di dreni scarica in un collettore di maggior diametro formando nel complesso una rete assai fitta; questo sistema è particolarmente usato per il drenaggio di campi sportivi e aeroporti. D) A gallerie filtranti, a mezzo di gallerie scavate parzialmente entro un terreno impermeabile sottostante la falda acquifera e provviste, a opportuni intervalli, di aperture e di pozzi di guardia. E) Per elettrosmosi, tipo di drenaggio impiegato per il prosciugamento di terreni incoerenti a grana molto fine, basato sullo spostamento che subisce l'acqua esistente nei pori del terreno quando questo è sottoposto a un campo elettrico continuo; le particelle d'acqua, sotto l'azione del campo elettrico, acquistano una carica positiva rispetto alle pareti dei pori e si spostano dirigendosi verso il catodo dal quale poi possono essere allontanate con mezzi meccanici.