Questo sito contribuisce alla audience di

embrióne

Guarda l'indice

Definizione

sm. [sec. XIV; dal greco émbryon, feto]. Organismo pluricellulare derivato dall'unione di elementi germinali (gameti) differenziati, maschili e femminili. In particolare, in medicina, il prodotto del concepimento nella fase organo-formativa che va dalla quarta all'ottava settimana, dopo la quale si passa allo stato fetale.

Embriologia animale

L'embrione si sviluppa gradualmente da uno stadio monocellulare (cellula-uovo fecondata o zigote) fino al raggiungimento della forma e dell'organizzazione complessa tipica dell'individuo adulto, capace di vita autonoma In alcuni animali, per esempio il baco da seta, l'embrione si sviluppa direttamente dalla cellula-uovo senza che avvenga la fecondazione da parte dello spermatozoo o gamete maschile (partenogenesi).

Embriologia vegetale

In botanica il termine designa l'ammasso di cellule diploidi, più o meno differenziate, che si formano a partire dallo zigote e che vengono nutrite dal gametofito per un tempo variabile. La differenziazione di un embrione rappresenta la fase iniziale dello sviluppo dello sporofito e avviene in tutte le piante terrestri (Briofite, Pteridofite e Spermatofite) che per questo motivo vennero indicate da A. H. G. Engler con il nome di Embriofite. Anche in alcune Alghe (Rodoficofite) lo zigote resta aderente al gametofito e il complesso di cellule che ne deriva viene chiamato embrioide per la sua somiglianza all'embrione delle Embriofite. Nelle Spermatofite l'embrione è situato nel seme; a completo sviluppo esso risulta costituito da una radichetta, un apice caulinare e uno o più cotiledoni; a un determinato stadio del suo sviluppo esso arresta la sua crescita, che riprende dopo un periodo di quiescenza più o meno lungo. Il grado di sviluppo degli embrioni è assai diverso secondo la specie e varia da un semplice ammasso indifferenziato di cellule, come nelle Orchidacee, a organi altamente differenziati, come quelli delle Graminacee. In tutte le Crittogame (Briofite e Pteridofite), al contrario di quanto avviene nelle Spermatofite, l'embrione non subisce alcuna interruzione durante lo sviluppo, manca un periodo di quiescenza e non si ha la formazione dei semi.