Questo sito contribuisce alla audience di

nàusea

sf. [sec. XIV; dal latino nausea, propr. mal di mare, risalente al greco nautía, da nâus, nave].

1) Sensazione che prelude al vomito, accompagnata spesso da pallore cutaneo, sudorazione, scialorrea, senso di oppressione epigastrica, astenia e malessere generale. È dovuta a uno squilibrio del sistema nervoso vegetativo, provocato spesso da fattori tossici, infettivi, irritativi e da malattie dell'apparato digerente e del labirinto. È un sintomo che caratterizza diverse condizioni morbose e costituisce il disturbo fondamentale del mal di mare e delle chinetosi.

2) Fig., disgusto, ripugnanza: sentir la nausea del vizio.

Media


Non sono presenti media correlati