Questo sito contribuisce alla audience di

proteoglicano

sm. [da prote(ina)+glico-+-ano]. Struttura macromolecolare che costituisce la parete esterna dei batteri Gram-positivi. È formata da una sorta di reticolo nel quale lunghe catene di un mucopolisaccaride, la mureina (costituito dalla polimerizzazione del disaccaride acido N-acetilmuramico-N-acetilglucosammina), sono connesse tra loro da brevi catene di un nonapeptide non proteico. Poiché questa macromolecola è sintetizzata solo dai batteri, essa costituisce un bersaglio ideale per farmaci antibiotici non tossici per l'uomo; così per esempio la penicillina inibisce un enzima che è preposto alla sintesi del componente peptidico del proteoglicano.