Questo sito contribuisce alla audience di

Hillary Clinton: ritratto di una delle donne più influenti d'America

Hillary Clinton è ufficialmente la candidata democratica nella corsa presidenziale alle elezioni del 2016: se eletta, sarebbe il primo Presidente donna degli Stati Uniti d’America. Da sempre in prima linea nella vita politica del suo paese, Hillary Clinton si è sempre dimostrata tenace e caparbia, una donna in grado di conquistare riconoscimenti e posizioni di prestigio in ambiti a netta predominanza maschile.
Ma chi è Hillary Clinton e qual è il percorso personale e professionale che l’ha portata a mettersi in gioco nella vita politica del suo paese?

Hillary Clinton: dall’infanzia al primo impegno politico
Prima di tre fratelli, Hillary Diane Rodham nasce a Chicago il 26 ottobre 1947. Curiosa per natura e volenterosa per indole, Hillary si dimostra fin da subito una ragazza impegnata: ottiene diversi riconoscimenti nelle Girl Scouts of the USA, è presidentessa della sua classe alla Maine East High School, è membro del consiglio degli studenti e membro della National Honor Society.
Eppure le idee liberali che contraddistinguono oggi la sua linea politica non appartengono alla giovane Hillary: cresciuta in una famiglia conservatrice, è fin da subito influenzata da un credo politico strettamente repubblicano tanto che, ancora studentessa, ottiene la carica di presidente di sezione del Wellesley College per i College Republicans e lavora per il candidato repubblicano Barry Goldwater nella campagna presidenziale del 1964.

Il giro di boa: Hillary abbraccia le idee del Partito Democratico
Sarà la morte di Martin Luther King (che aveva conosciuto personalmente nel 1962) a cambiare le carte in tavola: lentamente le idee di Hillary si spostano verso valori più liberali che la porteranno poi a militare tra le fila del Partito Democratico. E’ solo l’inizio di una grande carriera e di una vita costellata di successi. Un esempio? Laureatasi nel 1969 con lode, Hillary Clinton è la prima studentessa nella storia del Wellesley College a presentare l’illustre cerimonia della consegna dei diplomi: è un vero e proprio successo, tanto che il suo discorso riceve un’ovazione di quasi sette minuti. La formazione di Hillary Clinton prosegue presso la prestigiosa Yale Law Shool dove, poi, incontra quello che sarà suo marito: Bill Clinton. Anche gli anni alla Yale sono colmi di interessi: lavora per il sottocomitato del Senatore Walter Mondale per gli emigrati, partecipa alla campagna presidenziale del candidato democratico George McGovern, si avvicina molto ai bambini lavorando allo Yale Child Study Center, si occupa di casi di abusi su minori nel vicino ospedale e offre la propria assistenza legale gratuita alle persone povere. Hillary si laurea a Yale nel 1973 con una tesi sui diritti dei minori e decide di approfondire la sua cultura con studi magistrali di medicina infantile allo Yale Child Study Center.

Il matrimonio con Bill Clinton e la carriera politica
La bravura, la tenacia e la grande conoscenza della materia politica portano Hillary Clinton a entrare nello staff d’inchiesta dell’impeachment presidenziale durante lo Scandalo Watergate, nonché a diventare membro (una di sole due donne) dell’University of Arkansas dove anche Bill Clinton insegna in quel periodo. I loro destini si intrecciano ormai irrimediabilmente e, innamorati e compagni anche nella professione, Bill e Hillary convolano a nozze nell’ottobre 1975. Hillary, da sempre vicina alle tematiche dell’emancipazione femminile decide di mantenere il suo cognome anche dopo il matrimonio. E infatti è proprio la questione femminile una delle tematiche che più le sta a cuore. In un suo discorso, infatti, ha dichiarato: “Siamo qui per portare avanti la causa delle donne e per portare avanti la causa della democrazia, e rendere assolutamente chiaro che le due sono inseparabili. Non ci può essere vera democrazia fino a che le voci delle donne non saranno ascoltate”. Le conquiste di questa donna così tenace sono innumerevoli, a tal punto che sarebbe impossibile elencarle tutte: tra queste, Hillary diventa partner del Rose Law Firm, uno degli studi legali più prestigiosi dell’Arkansas, nel 1979. Come ci si aspetta, è la prima donna a riuscirci.

Una carriera… Da First Lady!
Quando ho scelto di lasciarmi alle spalle la carriera da avvocato a Washington per trasferirmi in Arkansas e sposare Bill I miei amici mi chiesero se fossi diventata pazza”, ricorda Hillary parlando della sua decisione di seguire Bill Clinton e la sua carriera. Un passo che la porterà, poi, a diventare una delle First Lady più influenti degli Stati Uniti d’America. Perché Hillary è molto diversa dalle donne che l’hanno preceduta alla Casa Bianca. Quando, nel 1993 Bill Clinton viene eletto Presidente degli Stati Uniti, i riflettori si puntano sulla donna che vive al suo fianco. Hillary Clinton non è una semplice moglie: prima First Lady della storia ad aver conseguito una laurea e una carriera professionale di successo, Hillary Clinton ha una forte influenza sul marito, tanto che gli oppositori soprannominano la coppia presidenziale con l’appellativo “Billary”.

Lo scandalo Lewinsky, la fine dell’idillio, la scelta di Hillary
Quando scoppia lo scandalo Lewinsky in molti pensano che per la coppia presidenziale sia la fine. Siamo nel 1998 la storia della liaison tra Bill Clinton e la ventiduenne stagista Monica Lewinsky finisce sui giornali, riempendone le prime pagine. Hillary inizialmente nega l’accaduto, riducendolo a una semplice “cospirazione repubblicana”. Eppure, quando le evidenze non lasciano più spazio ai dubbi, contro ogni pronostico, Hillary decide di perdonare sua marito: affronta a testa alta critiche, schiva le dicerie e continua a lavorare sulla sua carriera. Una tenacia che ha ripagato la forza d’animo di una donna che, dopo essere stata travolta da uno dei più grandi scandali degli Stati Uniti, ritrova la serenità e mette tutta se stessa in un lavoro in cui ha sempre creduto.

Dopo la corsa alla presidenza in concorrenza con Barack Obama, anch’egli democratico, Hillary Clinton accetta nel 2008 la carica di Segretario di Stato offertale dal presidente, la quarta carica in linea di successione alla presidenza americana. Hillary lascia però nel 2013 la carica a John Kerry e torna alla corsa per la presidenza con una dichiarazione ufficiale nell’aprile 2015. Donna di successo, moglie e madre, Hillary Clinton ci riprova: riuscirà a diventare la prima donna a rivestire la carica di Presidente degli Stati Uniti d’America? Lo scopriremo solo a novembre!

Foto ©iljournal.today

14/04/2015

Leggi anche...