Questo sito contribuisce alla audience di

Unità d'Italia: Giuseppe Garibaldi, l'eroe dei due mondi

Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi e l'Italia: un personaggio storico e un paese indissolubilmente legati l'uno all'altro nell'evento che ha fatto della nostra penisola una nazione unita. Giuseppe Garibaldi ha infatti contribuito a compiere quella che oggi viene ricordata come l'unificazione dell'Italia, di cui quest'anno si festeggiano i primi 150 anni.

Personaggio storico tra i più conosciuti all'estero, l'apporto di Giuseppe Garibaldi alla causa italiana fu enorme, tanto che fu grazie a lui e alla nota Spedizione dei Mille che il regno borbonico cadde e il sud Italia potè annettersi al nuovo stato italiano.

Ma chi era Giuseppe Garibaldi? condottiero, patriota, combattente uomo politico e d'azione, Garibaldi è noto con l'appellativo di Eroe dei due mondi. Il suo valore, infatti, ha varcato i confini nazionali del nostro paese per arrivare fino all'America Latina, dove combattè per la liberazione di diversi paesi.

Ma procediamo con ordine e collochiamo il personaggio nel suo tempo storico: Giuseppe Garibaldi nasce nel 1807 a Nizza e fu subito attratto dalla vita di mare, tanto che a 26 anni si ritrovò già a comandare una nava propria. E fu proprio in una città di mare, Marsiglia, che Garibaldi conobbe Mazzini, l'uomo politico italiano che lo introdusse ai principi della Giovine Italia e alle idee rivoluzionarie del tempo.

Idee rivoluzionarie che, però, finirono per sconvolgere la vita del giovane Garibaldi che dopo un fallito tentativo di rivolta, fu costretto a fuggire nell'America Meridionale.

Qui i rapporti con la Giovine Italia non furono interrotti, anzi furono fondamentali nell'appoggio che Garibaldi stesso diede per la liberazione e l'indipendenza di molti stati sudamericani. Il condottiero infatti combattè contro il governo imperiale brasiliano a seguito di un'insurrezione repubblicana, o ancora si adoperò per l'indipendenza dell'Uruguay contro l'Argentina.

L'impegno sudamericano fu poi replicato con gran successo in Italia, dove Garibaldi tornò non appena scoppiarono i moti del 1848, il cui eco lo si ritrova ovviamente nell'unificazione italiana del 1861 e nella spedizione, detta poi 'Dei Mille', che Garibaldi organizzò al fine di liberare parte dell'Italia dal dominio borbonico.

Come definire, quindi, Garibaldi? si potrebbero scrivere pagine e pagine di parole rifacendosi alla sua biografia,  oppure si potrebbero riportare gli estratti dei suoi scritti giunti fino a noi. Tuttavia, per conoscere il valore di colui il cui apporto fu fondamentale alla causa italiana potrebbero bastare poche ed evocative parole che, a suo tempo, furono pronunciate dal poeta e scrittore francese Victor Hugo: "Garibaldi, cos'è Garibaldi? E' un uomo, niente altro che un uomo. Ma un uomo in tutta l'accezione sublime del termine. Uomo della libertà, uomo dell'umanità. "Vir", direbbe il suo compatriota Virgilio."

07/03/2011

Leggi anche...

Gioca ai quiz di Sapere.it!

Scala la classifica e raggiungi la prima posizione!