Questo sito contribuisce alla audience di

In forma dopo le feste: una dieta sana ed equilibrata per ritrovare la linea

Le feste natalizie hanno portato sulle tavole degli italiani quantità di cibo più che sufficienti, talvolta anche abbondanti e per niente equilibrate; trattenersi dall’assaggiare tutto è difficile e spesso si finisce per eccedere tra primi, secondi, dolci e spumanti.
E così arriva prima del previsto la fine delle vacanze e una sgradevole sensazione, quella di essere ingrassati, “gonfi” e non in forma.

Ma come ci si depura dai cibi dei quali si è abusato? Innanzitutto è indispensabile togliere dalla dieta quotidiana proprio quegli alimenti che hanno caratterizzato l’alimentazione del periodo natalizio. Si dovrebbero, quindi, ridurre carni grasse, dolci e alcolici che non mancano mai durante le feste, e procedere con una dieta ricca di verdura, legumi e frutta.
Ovviamente non si tratta di eliminare completamente delle categorie di alimenti: una dieta sana dev’essere personalizzata sul proprio fabbisogno energetico giornaliero e sul proprio tipo di metabolismo.

Il primo passo per ritrovare benessere e forma fisica è il “non avere fretta”: pesarsi tutti i giorni e basarsi solo ed esclusivamente sui numeri della bilancia non aiuta l’umore e nemmeno fisico.
Voler perdere peso in poco tempo è assolutamente dannoso per l’organismo e si rischia il così tanto temuto effetto yo-yo; quindi è meglio tenere a mente giorno per giorno il significato di pazienza.

Vi sono alcune semplici regole da tenere in considerazione quando s’inizia una dieta di questo tipo, le quali si posso riassumere in tre parole: regime alimentare equilibrato. E, se serve, anche leggermente ipocalorico.
Molti obiettivi richiedono sacrifici, in questo caso quello di riconquistare la linea necessita di alcune limitazioni: eliminare le bevande alcoliche è essenziale. Bisogna bere molta acqua durante il giorno; inoltre prepararsi delle spremute o dei centrifugati di frutta fresca può essere un’ottima idea per depurarsi.
Da evitare, ovviamente, sono anche i dolci e i condimenti ricchi di grassi. Per non parlare poi del sale che trattiene i liquidi nei tessuti, favorisce il gonfiore e gli accumuli adiposi di cellulite.

Con il finire delle abbuffate natalizie ritorna anche la routine quotidiana che per molte persone si trasforma in una lotta contro le tentazioni della pausa pranzo.
Dedicare poco tempo ad un pasto fondamentale non vuol dire per forza trangugiare tutto senza pensare. Al bar si possono scegliere insalate miste o panini che non contengano, però, formaggi grassi, salse o wurstel: qualcosa di light c’è quasi sempre, quindi niente scuse.
Al ristorante, invece, preferiamo i piatti con metodi di cottura semplici: alla griglia o bolliti.
Ultima cosa ma non meno importante è un’attività fisica costante; anche una mezz’ora di camminata a passo veloce tutti i giorni può diventare un’ottima alleata se accompagnata ad una dieta sana ed equilibrata.

09/01/2012

Leggi anche...

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.