Questo sito contribuisce alla audience di

Global Game Jam: 48 ore di tempo per progettare un videogioco

Passatempo per giovani e non, i videogiochi rappresentano uno dei settori che, per quanto riguarda le nuove tecnologie, va per la maggiore.
Tutti ci hanno giocato, almeno una volta nella vita e tra queste persone alcuni non riescono proprio a farne a meno.

Ma come si costruisce un videogioco? quali sono i meccanismi a cui deve sottostare affinché risulti giocabile e soprattutto appassionante?

Queste saranno sicuramente le domande che si porranno le migliaia di persone sparse per il mondo che parteciperanno al Global Game Jam di Verona.

In effetti dal 28 al 30 gennaio, la facoltà di Scienze della città ospiterà il sopracitato evento che si pone come fine ultimo quello di progettare, in simultanea mondiale, un videogioco in 48 ore.

Ormai giunto alla sua terza edizione, si tratta di un'iniziativa che permette ai cosiddetti sviluppatori di incontrarsi fisicamente per realizzare prototipi di games in un arco di tempo limitato.

Oltre che esperimento sociale, si tratta anche di un modo per stringere relazioni poiché a partecipare non ci saranno solamente studenti e sviluppatori in erba, ma anche professionisti del settore.

La Facoltà di scienze di Verona, forte della presenza al suo interno della logistica necessaria allo scopo dell'iniziativa, sarà terreno di incontro di programmatori, grafici, animatori, scrittori, designer e musicisti che poi presenteranno i loro lavori nel pomeriggio di domenica 30 gennaio.

La partecipazione all'evento e gratuita e gli appassionati possono iscriversi col fine di entrare a far parte di un gruppo di lavoro che, con l'ausulio di qualsiasi software e strumento, potrò sviluppare liberamente il proprio progetto.

Ma non sarà solo l'Italia a prendere parte all'iniziativa, poiché collegate con l'Università di Verona ci saranno anche altri 44 paesi del mondo  che aderiscono all'iniziativa: saranno, quindi, moltissimi gli studenti che potranno interagire o seguire da semplici spettatori ai lavori. Nella aule, infatti, saranno posizionate web cam grazie alle quali tutti gli interessati potranno seguire in diretta gli sviluppi della progettazione.

Tutti i lavori saranno accomunati da un tema comune dell'evento, che sarà comunicato il pomeriggio di venerdì 28 gennaio.

13/01/2011