Questo sito contribuisce alla audience di

Černý, Václav

storico e critico letterario ceco (Jizbice, Náchod, 1905-Praga 1987). Fondatore e direttore dell'autorevole Mensile critico (1938), docente all'Università di Praga dal 1936, nel dopoguerra la sua attività di insegnante subì varie interruzioni a causa dell'atteggiamento polemico di Černý verso il marxismo. Tra le opere sono da ricordare: Saggio sul barocco poetico (1937), Il primo fascicolo sull'esistenzialismo (1948), Il dramma medievale (1964), Claudel e la Bohême (1969). A Černý si devono inoltre importanti ritrovamenti letterari, tra cui un dramma di Calderón de la Barca e alcuni lavori di Lomonosov, ed eccellenti traduzioni (Sainte-Beuve, De Sanctis, antiche cronache francesi, poesia provenzale).